Dieta alimentare, allergie e integratori erboristici e naturali

L’approccio olistico a 5 fasi per guarire dagli acufeni

dieta per acufeni

Secondo Thomas Coleman, è possibile avere il controllo dell’acufene adottando un approccio globale che affronti diversi problemi insieme: eventuali questioni mediche che possono causare i sintomi, deformità o problemi fisici, farmaci che potrebbero peggiorare i sintomi e, naturalmente, il legame con il cervello emotivo.

“La maggior parte dei pazienti constata che i medici tentano diverse strade prima di trovare la giusta combinazione di trattamenti, anche se alcune persone rispondono sicuramente meglio alle cure olistiche sopra ogni altra cosa”.

Il suo metodo olistico in 5 fasi, descritto nel libro Miracolo per Acufeni, parte dal cambiamento della dieta e dall’integrazione con erbe e vitamine. Questa è appunto la prima delle 5 fasi di Coleman.

L’importanza della dieta alimentare

“La dieta può davvero influenzare negativamente l’acufene? La ricerca dice di sì! Gli alimenti che mangi possono avere un impatto sui sintomi, aumentando o diminuendo la loro gravità. Imparare quale cibo assumere può richiedere molti errori e tentativi, dato che ognuno di noi reagisce agli alimenti e sostanze in modo diverso.
Sebbene non esista una dieta specifica per tenere sotto controllo l’acufene, una cosa è certa: avere una dieta equilibrata e nutriente ti aiuterà a ridurre il livello di stress e rafforzare il sistema immunitario, due aspetti importanti di trattamento di qualsiasi tipo di disturbo medico, compreso l’acufene”.

Forse non ti sei mai accorto che gli alimenti che mangi influiscono sul fischio all’orecchio e possono quindi essere utilizzati nel loro trattamento. Una volta che inizi a prendere nota di quali sintomi si verificano in seguito a determinate assunzioni di cibo comincerai a intravedere i modelli che puoi utilizzare per ridurre i suoni che senti. Imparare quali cibi per te sono benefici e quali invece aumentano il rumore può fare una grande differenza in quanto l’acufene in ultima analisi influenza la tua vita.

Allergie

Coleman analizza anche l’effetto delle allergie alimentari. C’è un certo dibattito sul fatto che alcuni cibi influenzino l’acufene a causa di una sorta di allergia a quel cibo, o se sia proprio il cibo stesso a causare il problema. Tuttavia vi sono prove che suggeriscono che le allergie alimentari possano causare infiammazioni croniche o anche infezioni all’orecchio, che effettivamente possono causare ipoacusia e sintomi di ronzii. In Miracoli per Acufeni vengono quindi elencati gli alimenti più comuni che possono causare reazioni allergiche e il legame con chi soffre di acufene. L’autore illustra inoltre il modo migliore per determinare se un alimento (a prescindere dalla allergia o meno) stia influenzando i sintomi del fischio all’orecchio.

 

Quale dieta per curare gli acufeni?

rimedi naturali fischio orecchioLa dieta più sana è quella ben bilanciata! Non importa se si soffre di acufene o no, per un corretto funzionamento del corpo è necessario fornirlo di un’alimentazione sana e varia. Non basta evitare i cibi spazzatura, che sono pieni di calorie vuote, occorre aumentare il consumo di cibi sani ricchi di vitamine, minerali e proteine.

Vero che non vi è alcuna prova scientifica a supporto del fatto che mangiare alcuni tipi di alimenti riduca l’acufene. Ma è stato dimostrato che le carenze nutrizionali sono collegate a determinati danni al nervo uditivo, che possono contribuirvi. Per evitare di avere tali carenze Coleman consiglia di assicurarsi di mangiare molti alimenti ricchi di determinate sostanze nutritive.

Oltre a queste sostanze, nel libro sono elencati una serie di alimenti di cui è importante mangiare una buona quantità per assicurarsi di avere abbastanza nutrimento per combattere i sintomi dell’acufene. Così come ci sono alimenti che è necessario includere nella dieta per mantenere il corretto funzionamento dei nervi uditivi, ci sono alcuni alimenti che alcuni dovrebbero evitare. Ma questi alimenti forse non influiscono sull’acufene per tutti. Nel libro sono riportati alcuni generi alimentari collegati a un aumento del fischio all’orecchio che dovrebbero quindi essere evitati fino a quando non si sia accertata l’allergia o sensibilità ad essi. Coleman spiega anche come rilevare se e come gli alimenti che mangi influenzano il ronzio all’orecchio, facendo attenzione a non farsi influenzare da sintomi esterni quali stress o stanchezza.

Il capitolo dedicato alla prima fase della cura olistica termina con un approfondimento sugli integratori erboristici. Vengono quindi illustrate diverse modalità di utilizzo e dosaggio di erbe e alimenti naturali. Ma di questo parlerò nel prossimo articolo.

Ho ricevuto dall’autore di Miracolo per Acufeni una miniguida sulla dieta corretta da seguire per non peggiorare il fischio all’orecchio. Ho appena finito di tradurla in italiano, se la vuoi ricevere gratuitamente clicca sotto

by Luca

2 commenti… add one

  • Sono convinto che la dieta stessa influisca. Ma quali prodotti escludere o incrementare…. Si può provare ad escludere quel poco vino che si beve….si può provare ad escludere del tutto lo zucchero o il sale, ma escludere una determinata sostanza che sei abituato ad assumere (amido, proteine o grassi) potrebbe diventare difficile e smodatamente lungo controllare se il sintomo si attutisce o sparisce. A meno che l’autore non compili una graduatoria delle sostanze maggiormente sospette. Potrebbe essere una idea?

    Reply
  • Monica moscatelli December 28, 2015 11:17 pm

    Sempre io. Volevo dire stasera al lavoro avevo la pressione alta. Ma stavo male di stomaco gonfia non avevo digerito e quindi sono andata in palla totale con tachicardia eh e poi l ansia a palla. Ancora sto messa cosi ansia a tutto andare perché quando sono tornata ho voluto nei provare a misurarla altissima cacchio e sto tutt ora in ansia a palla pensando di dover andare al pronto soccorso. Può dipendere dalla pressione alta questo acufene? Oh magari ce l ho alta perche so stressata stanca ansiosa e non dormo come si deve da venti giorni? Vorrei rimisurarmela ma po so che sarebbe alta troppo agitata. Non so che fare purtroppo staser proprio ho raggiunto la soglia di sopportabilita’ penso sempre che questo fischio del cavolo sia correlato a qualcosa di piu grave ed eccolo la che non dormo non vivo più praticamente

    Reply

Lascia un commento

Next Post:

Previous Post: