Cervicale e mal di collo possono causare il fischio all’orecchio?

cervicale e acufeneL’acufene può essere causato da differenti disordini nell’orecchio o nel sistema auditivo.   Ma può anche avere origine al di fuori dell’apparato uditivo.

In particolare da tempo la ricerca medica ha riscontrato un legame tra il fischio all’orecchio e la cervicale (Sandstrom 1962). Da allora c’è stato un lungo e articolato dibattito scientifico sulla validità e le ragioni di questo legame.

Cosa è la cervicale

Anzitutto definiamo cosa è la cervicale, questo perché ho notato che alcune persone la indicano genericamente come dolore al collo. La cervicale è il segmento della colonna vertebrale che comprende le sette vertebre che danno sostegno al capo e permettono di compiere i movimenti della testa.

Per questo con cervicale ci si riferisce a un disturbo o a un problema di questa zona tra cui l’artrosi cervicale, il dolore cervicale, la distorsione cervicale.  Problemi legati a questa parte del corpo sono anche l’ernia al disco, il colpo di frusta o la compressione di una vertebra o di un nervo.

I sintomi più comuni della cervicale sono dolore e rigidità localizzati nella zona del collo e il mal di testa (ma ci possono anche essere altri problemi come dolore alla fronte e sopra gli occhi, problemi alla vista, cerchio alla testa, contrazioni dei muscoli delle spalle, scricchiolii nella torsione del collo, formicolii alle braccia o mancanza di forza negli arti superiori).

 

Legame tra fischio all’orecchio e problemi al collo

dolore cervicaleMolti pazienti con la cervicale, o genericamente mal di collo, hanno testimoniato la presenza del ronzio all’orecchio. Per esempio è noto come l’acufene sia frequente fra chi ha subito un trauma come il colpo di frusta.

Ci si è chiesti quindi se esistesse un legame e si è cercato di trovarne una spiegazione. In questo ambito la ricerca più completa esistente, che ha posto le basi per nuovi studi, è quella di  Robert Aaron Levine pubblicata sull’American Journal of Otolaryngology  nel 1999. 

La ricerca ipotizza due differenti origini del fischio all’orecchio:

  1. “oto” quando direttamente associato a problemi nella zona interna all’orecchio o nel sistema uditivo
  2. “non oto”  quando le cause non derivano dall’apparato uditivo, per cui sono più oscure

L’autore, riportando una serie di casi medici, descrive il fenomeno dell’acufene somatico, o fischio all’orecchio che origina nella parte inferiore della testa o nella cervicale. Questo risponde anche alle critiche di chi nel campo medico ritiene non fondato il legame cervicale-acufene in quanto i nervi del sistema uditivo e della cervicale non sono correlati tra loro.

Nello studio vengono poi riportati i casi di nove pazienti che hanno iniziato a sentire il ronzio all’orecchio a seguito di colpi di frusta, traumi alla testa e al collo, interventi chirurgici alle spalle e anche dopo manipolazioni del collo.  Particolare il caso di un paziente che, in base all’inclinazione della testa (che come abbiamo visto deriva direttamente dalla parte della colonna vertebrale definita cervicale) aumentava o riduceva il ronzio.

Senza entrare troppo in dettagli tecnici, lo studio quindi cerca di fornire un’ipotesi per cui la stimolazione dei nervi del collo e della testa (causata da traumi, infortuni, manipolazioni o stress) possa attivare il fischio all’orecchio.

Da evidenziare poi come in successive ricerche sia stato provato un legame diretto fra i disturbi della colonna cervicale e la sindrome di Ménière, una malattia causata da un aumento della pressione dei fluidi contenuti nel labirinto auricolare dell’orecchio interno che provoca attacchi ricorrenti di sordità, acufeni e vertigini.

E’ evidente quindi, a prescindere da questi studi, come esiste un dato statistico che dimostri il legame fra l’acufene e i dolori alla cervicale anche se non se ne conosce ancora a fondo il motivo. Potrebbe esserci una correlazione fisica dovuta ai nervi ma anche solo un collegamento psicologico, ossia lo stress causato dal fastidio della cervicale porta ad altri problemi come l’acufene.

 

Rimedi per la cervicale

rimedi cervicaleSe soffri di acufene e cervicale potrebbe quindi essere una buona soluzione iniziare a risolvere quest’ultimo disturbo. La prima cosa da fare è sempre quella di consultare il tuo medico e magari uno specialista per accertarsi che l’acufene sia effettivamente provocato da problemi alla zona cervicale.  Occorre poi individuare  se le cause della cervicale derivino da: abitudini di vita scorrette, traumi o da malattie. 

In quest’ultimo caso, come per esempio nell’artrosi cervicale, non si può guarire definitivamente, ma si può comunque rallentare il processo degenerativo e trovare sollievo.

Per migliorare la tua situazione devi modificare le cattive abitudini di postura.  Quando rimani a lungo in piedi o seduto mantieni una posizione che non affatichi la zona del collo. Non è solo una questione di postura scorretta ma anche di inattività fisica. La soluzione è la  corretta mobilitazione dei muscoli del collo tramite semplici esercizi fisici di rotazione e stretching al fine di  rilassare e riscaldare la muscolatura.

Il collare di sostegno può dare solo un sollievo immediato ma non migliora la situazione. Per farlo occorre appunto una ginnastica riabilitativa che tonifichi la zona. 

In caso di forte dolore, sono efficaci i farmaci infiammatori come l’ibuprofene  che aiutano i muscoli a rilassarsi e ridurre la compressione di eventuali nervi.  Si possono trovare anche gel o cerotti che alleviano le tensioni muscolari e quindi riducono di conseguenza il problema degli acufeni.

Per altri consigli per curare gli acufeni, registrati al sito inserendo nome e email nel modulo che segue.

Opt In Image
Vuoi LIBERARTI dal fastidioso fischio all'orecchio?
Ricevi gratuitamente via mail il libro Curare gli Acufeni
Email:
Nome:
 

by Luca

45 commenti… add one

  • e’ proprio vero, infatti io ho sempre pensato di avere l’acufene a causa di una mia certa dolorabiliteà a livello della sesta e settima cervicale..la posizione che il collo assume in posizione sdraiata può evidenziarlo o farlo scomparire..per mia iniziativa personale sto adottando tecniche di rilassamento del collo ed esercizi osservandone gli effetti dopo l’esecuzione..come tu dici è molto importante la corretta postura durante il giorno e la notte..grazie

    Reply
  • hai risolto ? io sto veramente a pezzi !

    Reply
  • Salve Carmela, ho appena letto il tuo commento, e mi sono trovata nella descrizione che hai fatto. Sono quasi quattro settimane che soffro con gli acufeni, in principio non capivo bene l’origine perché ho avuto altri anche altri problemi, tipo sinusite e rinite. Tutte trattate. Ma i ronzi persistono, in più mi trovo con dei dolori al collo e male di testa e con i ronzi aumentano o diminuiscono in base alla posizione, se sdraiata o in piedi e anche in base a quanto sono tensa. Mi piacerebbe sapere se ti sei curata. Stai bene? E cosa hai fatto? Se puoi aiutarmi ti ringrazio molto

    Reply
  • Grazie…e’ stato molto interessante leggere tutto questo…..io in effetti ho problemi da tantissimo tempo in tutta la colonna(alla cervicale, scoliosi e schiacciamento vertebre) e non so se ho ernie…bah! non ho piu’ fatto la risonanza da tanto tempo….
    cercher0 di seguire i consigli qui sopra scritti….poi ti faro’ sapere…ancora mille grazie….
    Roberta Bartolucci

    Reply
  • Ringrazio soprattutto per il supporto psicologico fornito da Luca e dal forum, molto importante per affrontare il problema, le paure e per non sentirsi soli in a questa realta a volte invalidante.
    Il mio problema e’ sorto circa un anno fa, postumo a un’ ernia cervicale espulsa c5 c6 che ha messo a dura prova la mia resistenza, con un decorso di ca. 5 mesi e’ poi regredita. Da qui l’ insorgenza degli acufeni di intensita’ crescente.
    Sebbene mi sia stato detto che non esistono correlazioni fra ernie cerv.e acufeni, nutro alcuni dubbi proprio per la concomitanza degli eventi. Lo stress causato dalla malattia, che ha lasciato tracce a livello fisico, puo’ anche aver contribuito all’ invecchiamento dell’orecchio e all’insorgenza dell’acufene. Non escludo l aspetto psicologico e tutte quelle connessioni nervose occulte che il nostro corpo ha e che l’orecchio riproduce sottoforma di acufene quale campanello di allarme. Le cause del mio acufene possono essere molteplici ma quella scatenante e’ partita in qualche modo dalla cervicale. Grazie per aver potuto fornire anche la mia testimonianza.

    Reply
  • Ciao Luca,

    Sono disperato, confuso e quel che è peggio non so che fare. Soffro di dolori cervicali, ho un uncoatrosi alla quinta vertebra.
    Da un anno faccio molta attività sportiva e sono riuscito a rilassare i muscoli del collo e delle spalle, di giorno nessun problema.
    i problemi ci sono alla notte, quando appoggio il capo al cuscino mi parte il dolore alla nuca che spesse volte mi costringe ad alzarmi in piena notte per cercare sollievo.
    Mi alzo al mattino stanco e con il collo indolenzito e rigido.
    a tutto ciò ultimamente si è aggiunto un fischio perenne fastidiosissimo che a quanto apprendo potrebbe proprio essere causato dai problemi alla cervicale.
    la mia vita è diventata un’ inferno, ho setacciato internet con il risultato di essere ancora più confuso.
    qualcuno mi pùò aiutare, a chi mi dovrei rivolgere senza buttare soldi inutilmente?
    grazie.
    Lorenzo

    Reply
  • Ciao Lorenzo io sono più disperata di te , fammi sapere se hai novità! Io vorrei fare fisioterapia ma a qualcuno non è servito a nulla ! Ciao aspetto una tua risposta

    Reply
  • non so a chi sto rispondendo ma posso dire questo:
    da tanti anni soffro di dolori cervicali che mi si irradiano prendendo la spalla sinistra e la notte diventano dei fortissimi mal di testa. Ho alternato l’attività fiscica a lunghi monenti di riposo a causa dei forti dolori conseguenti. Però ho voluto insistere, perchè anche se stavo male mi rendevo conto che il movimento era necessario. Ora faccio ginnastica tutti i giorni (esercizi indicatimi da una fisioterapista) soprattutto non tenengo mai fermo il collo. Ho acquisito molta più mobilità e scioltezza e sto meglio.
    Auguri
    Alvise

    Reply
  • linomanfredonia April 3, 2015 9:47 am

    Dal 16 agosto, dopo una giornata al mare, ho cominciato a sentire un pulsare nell’orecchio dx. Dopo circa 15gg dall’evento vado da un otorino che mi prescrive AEROSOL e MEDROL ( secondo lui infiammazione) faccio questa cura ma nulla era cambiato ( ironia della sorte sono peggiorato oltre all’acufene pulsante avevo sempre sensazione di perdita d’equilibrio)…. torno dall’otorino che mi prescrive RM con mdc ROCCHE PETROSE, CANALE UDITIVO, ENCEFALO responso TUTTO NELLA NORMA, poi vado a fare PROVE VESTIBOLARE a CALDO responso TUTTO NELLA NORMA, poi mi mandano a fare ECOCOLORDOPPLER a TSA risultato ok…. infine raggi x alla cervicale risultato un po’ di artrosi cervicale….. ho fatto fisioterapia massaggi ma nulla è cambiato…. nel frattempo cambio otorino è questo nuovo mi ridice le stesse cose con l’aggiunta che ho due piccoli noduli alle corde vocali ( puo’ dipendere da questo) e che non mi devo preoccupare ma tenerle sotto controllo. Adesso ho deciso di cambiare dottore il quale prima di visitami vuole la RM del rachide cervicale e TAC orecchio medio e interno….. speriamo bene!
    Qualcuno ha i miei stessi sintomi? Io sto impazzendo da 7 mesi con questo rumore fisso nella testa
    p.s. il mio acufene ( magicamente) quando dormo scompare o meglio io non lo sento…. puo’ essere indicativo??
    Buona Pasqua a tutti

    Reply
  • Ad agosto ho avuto un distacco di otoliti, da allora sento malefici rumori alle orecchie, sto anche io tentando di tutto tecar massaggi interventi dell’osteopata… per adesso niente da fare.
    Anche a me spesso il rumore diminuisce dormendo, con il rilassamento: quasi certamente c’è un legame con i miei problemi alla cervicale che sta messa male tra artrosi schiacciamenti e altri guai, che però non mi davano chissà quali dolori ma solo rigidità del collo.
    Leggere che non c’è rimedio o quasi è deprimente.
    Auguri a tutti

    Reply
  • Lino poi hai risolto il problema ? e come perche e’ successo anche a me ma nonostante diverse visite ed esami il problema persiste. Grazie a presto.

    Reply
  • claudia1980 May 3, 2015 10:57 pm

    Due mesi fa, ahimè, ho iniziato ad avere fastidi ad un orecchio e capogiri. L’otorinolaringoiatra mi aveva diagnosticato una labirintite e mi aveva prescritto una cura. Nel corso di una settimana sono comparsi dei formicolii alla mano destra, alla lingua e alla gola sempre dal lato destro, oltre ai disturbi all’orecchio.
    Spaventata dalla concomitanza di sintomi così disparati mi sono rivolta al mio medico generale: mi ha liquidata con un lapidario “Sono solo problemi emotivi”. Sono psicologa e, peraltro, sto facendo un percorso di analisi personale: insieme alla mia analista abbiamo valutato piuttosto infondata la versione ” emotiva” dei miei disturbi. È un momento della mia vita stressante ma non ho problemi nell’esprimere il mio disagio psicologico e mai nella vita ho avuto disturbi psicosomatici.
    Fatto sta che un neurologo ha sospettato addirittura una patologia demielinizzante, mi ha ricoverata e mi ha sottoposta a RM dell’encefalo, con e senza contrasto, un’eco doppler alle carotidi e una cervicale…non ha rilevato nulla di sospetto e, dopo un’ elettromiografia al braccio destro, ha escluso la pertinenza neurologica. Dopo quasi due mesi finalmente mi ha visitato un fisiatra e, facendomi un attento esame dei sintomi in relazione ai movimenti della testa, ha parlato di una compressione vascolare a livello cervicale. Ora attendo la radiografia cervicale e nel frattempo utilizzo un collare rigido alla sera.
    Spero di risolvere quanto prima la situazione che ora sì che sta causandomi disagio e malessere. Potete suggerirmi qualcosa di diverso? Qualcuno ha avuto un’esperienza simile? I formicolii sono sopportabili ma gli acufeni e le vertigini, oltre che la difficoltà a sopportare la luce intensa mi creano non poche difficoltà sul lavoro e nella vita sociale!
    Vi ringrazio in anticipo!

    Reply
  • Claudia1980 sei riuscita a risolvere?

    Reply
  • Ciao a tutti
    Qualcuno ha trovato una soluzione per gli acufeni? Io ne soffro da un anno esatto, e sono sorti a seguito di un trauma cervicale (colpo di frusta laterale). Le ho provate tutte: fisioterapia alla zona cervicale, agopuntura, medicinali vari (cortisonici e altri), osteopatia, elettrostimolatore TENS, ma nulla mi ha giovato. Ci sono momenti in cui l’acufene sparisce, ma per la maggior parte del tempo è presente. Non so più che fare e a chi rovolgermi. I medici non mi danno alcuna risposta nè alcun conforto; tutti gli esami fatti hanno dato esito negativo (RMN alla cervicale e all’encefalo senza contrasto, prova audiometrica, visita neurochirurgica, visita neurologica). Grazie e un abbraccio a tutti. Massimo

    Reply
  • Salve, anche il mio acufene è iniziato 12 gg dopo un colpo di frusta, in particolare dopo aver passato una giornata al mare e non avere neanche fatto il bagno! Il mio acufene è persistente tutto il giorno. Non lo avverto solo se cerco di concentrarmi su altro. Mi sembra di avvertire due frequenze ed una di questa più che nell’orecchio è nella testa. Il problema è la notte che è costante.

    Reply
  • salve , soffro di acufene da due anni ho fatto di tutto , visite otorino, posturolgo,
    fisiatra , gnatologo , soldi spesi inultilmente , dobiamo viverci con questo fastidioso rumore , in attesa che qualche scienziato trova forse la soluzione
    Lasciate perdere i medici non ne capiscono niente

    Reply
  • Ciao Francesco ma non prendi niente per alleviare il fastidio? Tipo integratori ecc ! Sto iniziando a scoraggiarmi, da due mesi soffro di fruscio all’orecchio sinistro e seguo un Audiologo che ci crede e sta facendomi fare tutti test anche lo gnatogo a breve dovrò incontrare però ancora nessun accertamenti veri e propri tipo tac ……. La cosa che mi fa più paura è se dovesse aumentare di intensità inspiegabilmente! Aiuto

    Reply
  • Quanto hai ragione….

    Reply
  • E’ veramente triste constatare come tutte, ma proprio tutte, le persone che hanno a che fare con questo problema alla fine evidenzino in sostanza solo una cosa:
    la scarsa attenzione, comprensione e a volte competenza, che i medici a partire da quello di base e a seguire i vari specialisti, in ordine, otorino, radiologo, neurologo, dentista, e via dicendo mostrino verso il paziente.
    Paziente, che è trattato come una vacca da mungere e che alla fine è etichettato come depresso !
    E ti credo che ti viene la depressione ! L’ansia di sicuro.

    Se esistesse il fanculologo ti manderebbero anche da quello e siccome il sintomo non è grave, in quanto per loro non mette in pericolo la vita, gli acufeni te li tieni.

    Da parte mia non voglio tediarvi con la descrizione della mia patologia in cui mi riconosco, nei sintomi, al 100% prendendo varie % dalle vostre descrizioni.
    Vi prometto, che se mai troverò la soluzione, vi riporterò per filo e per segno la mia esperienza in modo che possa essere d’aiuto a tutti voi.

    Per ora vi dico solo una cosa: attenzione con i farmaci (tra cui quelli neurologici), perchè se la causa che scatena gli acufeni non è stata identificata con certezza, i farmaci che prescrivono, le patologie te le fanno venire non guarire.

    Per onor della cronaca, nel 2015 dopo esattamente 15 gg la prima visita neurologica fatta per cercare di capire il problema (ancora senza acufeni) che ormai si presentava da 2 anni periodicamente, e nel cui referto si scriveva che ero sano come un pesce, dovevo fare + sport e dovevo prendere vitamine, sono stato ricoverato al pronto soccorso con nausea vomito, vertigini e da li iniziato il vero concerto nelle mie orecchie.

    Per cui…..

    In ogni caso in bocca al lupo a tutti.

    Reply
  • Salve,io a seguito di attacchi di panico e forte depressione il mio neurologo mi ha prescritto il cipralex e xanax…da un mese mi e’ sorto un acufene tipo sibilo e lui mi ha prescritto il ritrovil che nn sta facendo nulla, lo assumo da 3 sett 8 gocce ma nulla

    Reply
  • Da due anni soffro di acufene nella parte destra della testa…non lo sento nell orecchio ma in testa…mi rende invalidante…ho provato di tutto…sono stato visitato da due otorinolaringoiatri…gnatologo…ho risistemato i ponti…sono andato da un fisiatra….sedute dal fiisioterapista. ..non so che fare…il rumore alla testa aumenta se abbasso la testa…se apro la bocca…soldi a non finire…risultati zero….non ho più fiducia nei medici…la qualità della mia vita è a picco…ma la ricerca che fa?…

    Reply
  • Salve
    Da circa dieci mesi sento come una frequenza continua alla testa .
    Soffro di cervicale e
    non ho più un riposo normale e questo mi porta altri scompensi ,
    Decocentrazione scarso rendimento
    Non so come uscirne sono cambiato radicalmente
    Se avete un consiglio è bene accetto.
    Grazie a tutti

    Reply
  • Forse il mio sarà un caso ma chi sa. Soffro di acufene orecchio sx che che si acutizza quando accuso dolori cervicli, spesso seduto sul divano la cervicale va alla grande e il ronzio pure. Detto ciò mi capita di ricoverarmi in ospedale ove mi praticano una flebo per meglio sopportare una rettoscopia. Per circa una settimana non ho più accusato l’acufene. Forse come ho già detto è un caso che ancora non ho riferito al mio otorino.

    Reply
  • ho l’acufene da quindici anni,all’inizio non riuscivo a rassegnarmi,anch’io ho fatto tutta la trafila,ma risultati niente.Poi con il tempo mi sono abituato,seppur con alti e bassi.Da un po di tempo però mi è aumentato sensibilmente e mi da parecchio fastidio,sto provando con l’ascolto in cuffia di suoni o musiche rilassanti anche di notte.Devo dire che questa terapia mi aiuta abbastanza.Le musiche le potete scaricare,gratuitamente,come ho fatto io,da you tube digitando semplicemente,musica per acufene.

    Reply
  • Scusate ma ognuno scrive il suo problema di acufene ma nessuno scrive come ha risolto !!perché si puo anche guarire dalla acufene bisogna individuare la causa giusta,invece di scoraggiare la gente facendo aumentare il problema date una soluzione o testimonianze di come avete risolto!!

    Reply
  • una flebo di che cosa?

    Reply
  • durante la rettoscopia immagino ti abbiano fatto il valium????

    Reply
  • Salve, anche io ho un acufene da più di un anno all’orecchio dx (il rumore è simile ad una frequenza, come se stessi vicino ad un campo magnetico). Probabilmente, anche io ho problemi alla cervicale ma, fortunatamente, non avverto grossi fastidi se non solo in rarissimi casi. Ho fatto RMN di tutto l’apparato uditivo (con e senza mezzo di contrasto), Ecodoppler alle carotidi, 3 esami audiometrici che hanno evidenziato solo un quasi impercettibile abbassamento dell’udito all’orecchio in questione. Inizialmente stavo male perchè il rumore, seppur stabile al 1° livello (i livelli di tinnitus otosclerosis sono 4), mi dava fastidio perchè più lo sentivo, più la mia attenzione si concentrava su di esso, più diventava insopportabile.. col tempo (forse mi sono un po’ abituato), la percezione del rumore non è sempre cosciente.. fortunatamente, di giorno, riesco a mascherarlo con i rumori ambientali.. il problema è di notte, quando prima di addormentarmi, lo sento e come!! Da quello che ho capito in un anno di documentazione sul web, se non si riesce a curarlo in maniera efficace (la cura è possibile se individua la causa) si possono usare metodi palliativi che aiutano a diminuirne la percezione: esercizi fisici distensivi dei muscoli cervicali e della spalla, dieta appropriata e medicinali non-ototossici, esercizi posturali e apparecchi odontoiatrici (delle volte l’acufene può dipendere da deformazioni mandibolari, dentarie,e muscolari della bocca). Ho sentito di persone, con livelli persino più alti di acufene, utilizzare cure audiologiche (suoni specifici ascoltati con le cuffie, un tot di tempo al giorno, come una vera e propria terapia), così come ha detto Nando, e la percezione del rumore viene meglio mascherata, perchè la corteccia uditiva viene, per così dire, sollecitata da altri suoni che rimangono in memoria percettiva per un po’ di tempo. Un altro trucco (per la notte, soprattutto) è quello di montare in camera da letto un acquario (per chi ne ha le possibilità) o un simulatore che riproduce lo stesso rumore o altri rumori dolci e sopportabili (a nostro piacimento), di modo che il nostro udito eviti di concentrarsi sull’acufene. L’estate scorsa (la prima estate con questo fastidio), ad esempio, ho scoperto che col ventilatore o col condizionatore acceso, il rumore all’orecchio lo avverto quasi impercettibilmente. Ho anche pensato di acquistare il libro MIRACOLO PER ACUFENI che viene strapubblicizzato su internet.. non perchè credo che sia miracoloso, tutt’altro, ma sono convinto che mi possa dare alcune dritte per alleviarlo.. non l’ho ancora comprato un po’ per diffidenza e un po’ perchè devo ancora completare altre visite e accertamenti (come quella odontoiatrica e neurologica) ma, visto che, probabilmente, sono destinato a convivere con questo problema per il resto della mia vita, mi sento via via più motivato a trovare trovare dei metodi alternativi validi che riducano la percezione uditiva di questo maledetto fastidio all’orecchio. E credo che nel libro, da quello che ho capito, sono riportati molti suggerimenti a tal proposito.. nessuno di voi lo ha comprato? Giusto per sapere se lo ha trovato utile oppure no..

    P.S. ho sentito anche di persone che hanno avuto problemi al NERVO VAGO (uno dei più importanti ed estesi del nostro corpo) che determina capogiri, nausea, difficoltà persino nel deglutire e ronzii nelle orecchie.. curando quello, hanno trovato parecchio sollievo sulla sintomatologia citata..

    Reply
  • ciao a tutti ho letto tutti i commenti, io sto’ combattendo da tre anni con gli acufeni orecchio dx. e inizio sx. Ho perso il 70% udito all’orecchio dx. non ho timpano perforato non ho cerume.
    Ho fatto la rm con contrasto due anni fa’ ma niente.
    Ora mi stanno facendo rifare la RM con contrasto, il 17 di Marzo.
    Mi vengono vertigini attacchi di panico tremori, e un dolore forte alla testa.
    la parte dx della testa si addormenta come mezza faccia si gonfia anche un po’ non so’ piu’ cosa fare qualcuno puo’ aiutarmi?
    Grazie silvia

    Reply
  • Informazione April 24, 2016 4:34 pm

    Vorrei sapere un informazione, ho mal di testa da più di 3 anni, mi fischia l orecchio sinistro, ho spesso le vertigini, e faccio fatica a starnutiche. E le poche volte che succede sto bene. Ho fatto la risonanza però il risultato è negativo.
    Vorrei sapere se ci sono ulteriori informazioni e rimedi a questo mio problema.

    Rimango in attesa di una vostra risposta.
    Cordiali saluti
    Xhafer

    Reply
  • Ho 51 anni e soffro di acufene da quando ne avevo 11… mai individuata la causa né la cura. So solo che sta progressivamente aumentando e a volte mi sembra di impazzire… so che mi potete capire

    Reply
  • ciao soffro di acufene da due mesi e non riesco ad accettare che la mia vita ora sara’ sempre cosi’ compromessa. le sto tentando tutte…qualcuno ha mai avuto risultati positive con osteopati o bite?

    Reply
  • SOFFRO DI FISCHI SOTTILISSIMI ALLE ORECCHIE . HO FATTO LA RISONANZA MAGNETICA E NESSUNO MI HA DETTO CHE AVEVO 3 ERNIE ECCO MI SONO ISCRITTA ALLA PALESTRA HO FATTO ESERCIZI DA PAURA CON IL CAPO E E DOPO DUE VOLTE POGIANDOMI SUL CUSCINO SENTITO FISCHIO. POI NON POTEVO NEMMENO METTERME LE MAGLIE STRETTE COME MI PIGIAVANO SULLA TESTA SENTIVO DUE PIETRE SCRISCIARE NEL COLLO . INCREDIBILE ADESSO E MIGLIORATO MA POCHISSIMO . E DA UN MESE TUTTO .

    Reply
  • Salve a tutti,

    Soffro di acufene da circa un mese, prima solo all’orecchio sx e senza neanche farci troppo caso, perché lo scambiavo per un rumore ambientale, ora anche al dx ma più come un fischio sottile e perenne, mentre al sx continua a intermittenza a presentarsi più come un tintinnio.
    Devo prenotare la visita dall’otorino e incrociare le dita, al momento indosso il collare e un po’ mi allevia quando sto seduta e durante il giorno, il peggio è la sera quando diventa quasi impossibile da ignorare nel silenzio…
    Ho notato anche che i rumori e le voci troppo forti iniziano a darmi fastidio.
    Soffrivo di otiti quand’ero piccola e ho sempre avuto una certa sensibilità, ma probablemi di cervicale no. Solo una postura abbastanza scorretta su cui inizierò a lavorare nell’immediato…

    Sarebbe così bello e rassicurante se ci fosse già qualche soluzione definitiva, ma non conoscendo la causa è molto difficile.
    Dà sollievo però sapere di non essere soli, anche se dispiace sempre leggere esperienze così traumatiche…

    Reply
  • francesco pisu February 19, 2017 5:23 pm

    Premetto che ho una brutta artrosi cervicale da oltre 40 anni e soffro di acufeni ormai da 15 anni, mi sono abituato a conviverci, ma da circa 18 mesi a causa di un forte stress si sono acutizzati aumentando di volume e di nuovi acufeni diversi flutuanti e sibilanti un minestrone insopportabile che mi ha fatto venire la depressione
    e l’ansia per le quali sono in cura.
    Circa 15 giorni fa ricercando su internet ho trovato una recensione scritta da
    Martino Cannarile che spiegava come Lui ha fatto SPARIRE GLI ACUFENI,semplicemente stirando il collo e la testa il più possibile verso l’alto,
    se siete seduti o in piedi tenendo le spalle dritte per circa 1 ora e di tanto in tanto
    roteando la testa e piegandola da destra a sinistra e viceversa, poi rilassatevi per
    qualche ora e cosi via per tutto l’arco della giornata ed ogni giorno.
    Io lo sto facendo, e posso GARANTIRE che gli acufeni mi sono quasi del tutto
    SCOMPARSI, ora sento un leggero fruscio per niente fastidioso
    direi quasi piacevole da ascoltare.
    Sto vivendo le mie giornate con gioia e la notte dormo MAGNIFICAMENTE.
    Potete fare anzi DOVETE FARE questi semplici esercizi quanto più potete nell’arco della giornata non perdete la pazienza già dopo il primo giorno noterete
    una certa diminuzione dei rumori alle orecchie, anche quando vi siano notevolmente diminuiti prendete sempre questa abitudine nel fare queste TRAZIONI.
    AUGURI e buona salute a tutti

    Reply
  • ciao francesco….e per l artrosi cervicale hai risolto?

    Reply
  • Ciao,
    una domanda per Francesco Pisu: quando scrivi “stirando il collo e la testa il più possibile verso l’alto” intendi il movimento (di tirare il collo verso alto) fatto/aiutato con le mani oppure bisogna cercare di spingere la testa / il collo verso su senza nessun supporto ?.
    Grazie
    V.

    Reply
  • Ciao a tutti
    è da due anni che soffro di acufeni sottoforma di fischio altissimo 24 ore su 24 non è dato da traumi particolari ma probabile prima stress da lavoro e adesso stress di “non lavoro” ho provato a seguire tutte le 5 fasi del libro miracolo per acufeni ma non è migliorato niente. Il problema più grosso è logicamente la notte devo prendere medicinali per dormire, più sento delle app con dei rumori particolari per il mio fischio per esempio vanno bene “le cicale”. Ho contattato mesi fa il Dr Andrea La Torre che non ti visita ma lo senti solo su skype (costa € 150.00 iniziali e poi contatti illimitati) ho parlato con suoi pazienti e mi dicono tutti che in percentuali varie i ronzii e i fischi sono diminuiti notevolmente (chi è guarito anche del tutto) con la sua cura che dura 3/4 mesi. E’ composta da un mix di 4 psicofarmaci all’inizio poi si continua con una dieta particolare (tantissima acqua..) e con cortisonici e altri medicinali uniti a fleboclisi di Mannitolo ecc. ecc. ho parlato sia con medico di fiducia che con il farmacista di fiducia che mi hanno sconsigliato questa “pesante” cura..solo se ero disperato e all’ultimo stadio..ma adesso ci sono proprio..c’è qualcuno del blog che per caso ha fatto già questa potente cura?? Ha avuto dei risultati apprezzabili?? Prima di iniziarla vorrei esserne certo che mi conti qualcosa. Un augurio a tutti.
    Piero

    Reply
  • Scusa non capisco se hai fatto risonanza magnetica alla testa al cervello ai condotti uditivi e alla cervicale. Importante fare subito questo esame con o senza mezzo di contrasto lo decide il tuo medico. Importante farlo dopo se tutto ok ti senti anche piu rilassati e cominciando uno stile vita più sano, con integratori precisi, allora puoi dire che i medici non ti stanno manipolando a loro piacimento perché hai subito un quadro completo della situazione fisica. Se poi vuoi migliorare psicologico sociale posturale alimentazione, aria, stress, questo puoi sempre e devi farlo. Per dormire bene ma non farti manipolare inutilmente da medici con medicine che curano ad esempio ipertensione. Fammi saprre grazie

    Reply
  • Io sono molti anni che soffro di artrosi cervicali uso per il dolore le compresse in di brufen da 600 non ho trovato un farmaco ho qualche altra cosa per lo sbandamento perché ho tutti i giorni sbandamento ho capo giri al capo tutti i giorni specialmente quando cambia il tempo sia in inverno sia in estate non so più cosa fare se mi potete aiutare un grazie anticipato. .

    Reply
  • Ronzio costante alla testa ha scatenato una serie di problemi. Ho 40 anni Prima di tutto fibarmi del mio otorino. Ha fatto trascorrere un anno prima di consigliarmi la risonanza alla testa. Intanto per lui ho un invecchiando precoce dell’udito, sono ansioso, e iperteso. Per il medico base soffro di artrite. Poi il cardiologo ha detto che sono iperteso . Loro dicono che acufene è incurabile al massimo puo regredire come microcircolazione e vai con integratori al ginkoboloba da 20 euro a scatola x almeno 8 mese. Poi ho fatto rmm alla colonna cervicale e ho artrite cervicale e adesso sto curando. Consiglio appena senti ronzio o acufene, subito fare in centro medico privato una risonanza completa alla testa, cervello, condotto uditivi, e cervicale approfondire subito tanto risonanza non fa male. Non aspettare che loro giochono con tua salute e rovinino tua vita dandoti farmaci sbagliato. Fai subito rmn

    Reply
  • Soffro di acufeni da ambo i lati da circa un anno e mezzo, insorti un anno dopo un colpo di frusta a seguito di un incidente in motorino. All’inizio pensavo fosse un problema legato all’orecchio interno, poi mi sono accorto che la loro intensità aumentava annunciando un giorno prima il male alla schiena ed alla cervicale. Anche a me è stato detto che non vi è alcuna correlazione tra acufeni e problemi alla schiena, tuttavia, secondo me, sarebbe più corretto dire che la materia non è così conosciuta. Ho fatto risonanze e raggi ed effettivamente ho protusioni e osteofiti
    non gravi ma che sicuramente disturbano. Dopo vagonate di antinfiammatori et similia la cura migliore che ho trovato è stata la ginnastica ordinata dal fisiatra e da praticare sempre. Per assurdo gli esercizi mirati alla parte dorsale della colonna mi hanno attenuato un bel po’ gli acufeni. Ho dismesso la mtb e in non più tenera età sto imparando a nuotare. Purtroppo gli acufeni non sono scomparsi del tutto e quando mi accompagnano di notte.. cuffie e musica. Ps… Non è per niente facile comunque… in bocca al lupo a chi chi legge

    Reply
  • antonio marinaccio June 30, 2017 3:30 pm

    Io sono convinto che i miei acufeni derivano proprio dalla cervicale. Ho cominciato a soffrirne una decina di anni fa proprio in un periodo in cui soffrivo molto di dolori cervicali. Se tiro la schiena indietro il fischio si acutizza. Faccio sempre ginnastica per tonificare la muscolatura. A volte il fischio continuo è proprio insopportabile.

    Reply
  • Io sono 3 anni che soffro di cervicale con vertigini, da qualche mese si è aggiunto l’acufene. Ho fatto di tutto dai massaggi, agopuntura, fisioterapia, osteopata, bite inferiore e tanti ma tanti soldi senza nessun risultato. Tutti gli esami possibili immaginabili tutto negativo. Adesso vorrei provare ad andare in palestra. Non so più cosa fare, è una situazione invalidante

    Reply
  • Salve a tutti,
    Io nel mese di Aprile ( e non è la prima volta) accuso problemi di lombo sciatalgia pesanti fino al blocco totale,già avuti in passato ma non così pesanti!
    Voltaren e muscoril non mi fanno praticamente nulla in passato già dopo due iniezioni ero in piedi…mentre rifccio risonanza procedo con soldesan iniezioni e dopo 5/6 mi rimetto in piedi…inizio più seriamente piscina SOLO DORSO e sreching fisioterapia e per circa tre mesi tutto ok…nel frattempo però mi accorgo di un improvviso fischio alla testa….che aumenta e diminuisce in base alla tensione/ dolore muscolare schiena e collo….metà agosto nuovamente e senza movimento di sforzo blocco alla schiena…stessa terapia ma 12 iniezioni soldesan e il dolori o alla parte lombare non rientra del tutto questo anche dovuto al lavoro che svolgo e alla guida non poca quotidiana…inoltre il collo sempre in tensione!!!tutto questo per dire che ad oggi pensò anche dovuto all’esame di farmaci di ogni tipo assunti in questo periodo il fischio è presente sempre tutto il giorno alla testa e in modo piuttosto acuti..
    Ora cercherò di approfondire il tutto ma ammetto che è veramente fastidioso conviverci e credo proprio sia dovuto alla forte problematica della tensione cervicale muscolare..
    Saluti.

    Reply

Lascia un commento

Next Post:

Previous Post: